Cerca nel blog

giovedì 26 aprile 2012

Riflessioni della sera

Noi esseri umani siamo patologici...continuiamo a commettere gli stessi errori e non impariamo mai; parliamo e facciamo demagogia spicciola sul senso della vita, sulla pace e la serenità, sulla voglia di vedere o dar vita ad un mondo migliore di quello che abitiamo e poi non siamo capaci di trasportare la coerenza delle nostre parole nel fatto quotidiano, nell'immediato della nostra vita familiare, lavorativa o semplicemente di relazione. Siamo patologici, dicevo prima, perchè c'è come un cancro invisibile che ci compenetra l'anima e che fa di noi uno strumento a volte letale, non solo quando si fa la guerra con le armi ma anche e soprattutto con le parole, con gesti di una assurdità e cattiveria davvero inutili. Nei luoghi di lavoro si assiste ad una quasi costante corsa al denigrare qualsiasi persona per il semplice gusto di ferire...in famiglia si corre di continuo per cercare di fare il massimo con il minimo sacrificio poi all'improvviso si scopre che hai fatto il massimo e qualcun'altro furbescamente faceva altro, dimenticando le promesse ed i buoni propositi...e poi i cosiddetti amici che amici non sono..quelli che ti sorridono ma che ti vedono come il fumo negli occhi...quelli che provano invidia non si capisce per cosa visto che hanno molto di più di te..ma quel cancro devastante dell'ingiuria e dell'arroganza si impossessa di loro diventando linfa vitale senza la quale pare che la gente non riesca a portare avanti la giornata.
Io spesso  mi trovo a discutere con persone che pensano di non sbagliare e sbagliano di continuo, che vanno a confessarsi tutte le domeniche e se possono ti rovesciano ogni cattiveria possibile addosso e poi...poi dulcis in fundo c'è chi avendo vissuto in gioventù nella maniera più scellerate fregandosene di tutto e di tutto, provando ogni sorta di piaceri e gratificazioni e avendo fatto qualche piccola opera di carità si erge a giudice decidendo cosa sia giusto e cosa non lo è. 

Ma dico io...se la gente parla bene e razzola male come ci si difende?? 
La maggior parte risponde a questa domanda..- "con la stessa moneta ! ". Ma è giusto cambiare in virtù di gente che tanti scrupoli non se li fa? Si innescherebbe una staffetta di cattiveria assurda ed inutile di cui poi ad un certo punto non si ricorderebbe da dove sia partita.
Ah!..Dimenticavo..c'è pure chi scambia la bontà con il buonismo (però sempre di propria opinione si tratta).
A queste persone dico semplicemente questo:- non sporcate i vostri pensieri con le parole, offendereste la vostra stessa intelligenza-.
La bontà esiste nel momento in cui noi stessi ne siamo predisposti..così come la verità esiste quando noi stessi non mentiamo mai. Infatti chi non mente non comprende se l'altro stia mentendo non ne vedrebbe la ragione intrinseca perché non vive nella menzogna.
"Non fare agli altri ciò che non vuoi venga fatto a te" è il motto, il comandamento, lo stile di vita, chiamatelo come vi pare che io seguo da sempre e che insegno a mio figlio e di cui parlo spesso con i ragazzi...non ci vuole molto quando la discussione degenera far comprendere che ciò che può dare noia a te forse da noia anche agli altri...ciò che vorresti non succedesse mai a te non deve succedere a nessun altro per mano tua.
Questo non è buonismo spicciolo, questo è il senso della vita, è mettere la speranza nelle mani di chi ti sta di fronte senza timore; questa è la consapevolezza che troverai una mano tesa che ti aiuterà senza chiedere nulla in cambio e che gioirà per te, che sarà triste con te e che penserà a te anche nel silenzio anche se vai via per sempre. La vita sulla terra è un passaggio e molti credono che fare i buoni qui sulla terra dia loro diritto ad una miglior vita nell'aldilà... non bisogna "fare" i buoni bisogna esserlo nell'anima come nei gesti, come nelle parole e gli atteggiamenti..è qui sta la difficoltà poiché viviamo in un mondo di apparenza, di convenzioni e di pensieri inculcati dalla moda di turno per ritrovarci ancora oggi nel 2012 a pensarla esattamente come 100 anni fa seppur vestiti meglio e meglio acconciati..ma, sostanzialmente forse peggiori dei nostri nonni che, seppur nell'ignoranza dei tempi, erano più di cuore e più intelligenti di noi.

12 commenti:

  1. Non riesco a stare al p.c. Ti abbraccio con affetto. A presto cara Costy.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolce Ale...ti abbraccio forte forte.

      Elimina
  2. "non bisogna "fare" i buoni bisogna esserlo nell'anima come nei gesti, come nelle parole e gli atteggiamenti.."

    Faccio mia questa tua frase. Ti lascio un abbraccio e spero hai sentito la melodia che ho lasciato per te....

    A presto,
    Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ele..c'è tanta ipocrisia in giro che fa venire il vomito...
      Sono nata torta forse..ma morirò torta!!!

      Ti ringrazio di aver condiviso questo pensiero e ascolterò il tuo brano con gioia.

      Costy

      Elimina
  3. Sono riuscita finalmente a leggere il tuo bellissimo post.
    C'è tanta cattiveria in giro e io ci "casco" spesso...
    Grazie per quello che hai scritto e per avermi scritto.
    Con calma ti risponderò. Ti abbraccio e ti voglio bene.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  4. ciao Ale..mi fa piacere che tu sia riuscita a leggere.
    Ti voglio bene anche io, fai come ti senti, io sono qui quando vuoi.

    Costy

    RispondiElimina
  5. Ciao vengo a trovarti anche nel tuo blog di poesie, mi piace molto quello che scrivi, delicato, semplice, mi piace il tuo blog!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah..Maria grazie sei gentile...benvenuta nuova amica
      a portar freschezza di primavera.

      Costy

      Elimina
  6. Una visione un po' negativa, la tua. Legittima ma sulla quale mi permetto di dissentire, poichè nella mia vita ho incontrato tante belle persone che mi hanno insegnato molto. Ma tu sai come la penso no? La vita dipende dal nostro atteggiamento...
    Un caro saluto e buon 1°maggio

    RispondiElimina
  7. Ciao Wiska ^_^ ...condivido la tua non condivisione. ahahah

    Anche io ho conosciuto gente fantastica ma io mi riferivo a qualcos'altro..Il mio era un pensiero molto allargato un qualcosa di tangibile a pelle che vedo intorno a me ogni giorno. Quello che si percepisce intorno a noi spesso non è che un piccolo spaccato di quello che realmente succede nella società e nel mondo. Io sono di norma molto positiva e solare,ma vivo in un mondo tutto mio dove la coerenza tra ciò che si dice e ciò che si fa è vangelo. Per cui mi resta difficile pensare all'altro in maniera differente. Ciaooooo

    RispondiElimina
  8. AUGURI per la festa della mamma dolce Costy .
    Un affettuoso abbraccio. Ale

    RispondiElimina
  9. Ciao Ale cara, scusa mi sono collegata solo ora..Ovviamente auguri anche a te anche se in ritardo.
    TVB..sono presissima in questo periodo mattina e pomeriggio al lavoro è pesante.

    Ti abbraccio

    RispondiElimina