Cerca nel blog

martedì 27 settembre 2011

Ai padri

Ai padri …
I padri moderni, ...
come ci fosse un tempo per definirli;
i padri attenti
e quelli che non capiscono l’essenza;
i padri che si allontanano
e quelli troppo presenti;
i padri che sorvegliano il tuo respiro
attenti e silenziosi ammirandone la meraviglia;
e quelli che piangono in silenzio l’abbandono
lo strappo forzato di una carne che era sua.
A questi padri troppo spesso poco ascoltati,
regalo una lacrima …
poiché consapevoli protagonisti di una grande lotta,
interiore e non,
per una coscienza libera dalle conformità sociali
che li rilegano a semplici elargitori di mantenimenti vari.
Figli …. amateli questi padri,
che hanno pari diritti se non addirittura aspirarne a molti di più
poiché capiscono, spesso quando è troppo tardi,
l’importanza di un ruolo spesso disatteso, a volte incompreso e marginale.
Amo questi padri,
costretti loro malgrado a ritagliarsi un piccolo angolo di vita
da dedicare (ex mogli piacendo), ai loro figli.
Amo questi padri attenti e premurosi,
che non comperano affetto ma lo vendono a braccia aperte.
Non tutti i mali a volte vengono per nuocere …
se si acquista consapevolezza che dai figli non si divorzia mai.


                                                                                                          Costy 27 settembre 2011



lunedì 26 settembre 2011

e l'autunno si veste di foglie

L'atmosfera è tiepida
preannuncia velate di colori all'imbrunire;
il rosso ed il giallo la fan da padrone,
un mantello di caldo tepore ricopre la terra...
è l'autunno...
Si veste di foglie e si profuma di muschio
si sdraia, indossando il suo vestito più bello;
comincia il sogno l'umida terra
nell'attesa del nuovo risveglio.

sabato 24 settembre 2011

Un'altro artista dal cuore grande!

Ragazzi...non me ne volete ma oggi la rivisitazione storica della Chanson de Roland mi ha fatto respirare nuovamente l'aria della mia adorata Francia... pensare che io non ho mai amato la lingua francese e adesso la comprendo, la parlo e la traduco è ancora un mistero. Imparare una lingua a 40 anni e per merito di un musical che mi ha aperto le porte lasciando che la mia anima passasse la frontiera è stata ed è un'esperienza incredibile...mio marito il più delle volte mi poneva la mano sulla fronte a controllare che non avessi la febbre alta. Lui mi conosce benissimo sa del mio disamore per questa lingua e quando mi ha vista presa dal turbinio di film, musical e canzoni, (persino il decoder ho acquistato per guardare i programmi dalla Francia), si è chiesto più volte se dentro sua moglie fosse entrato qualche strano essere paranormale. Avevo preso contatti con tutti gli artisti del mio primo musical, e con alcuni restavo a scambiare messaggi il più delle volte dopo l'una di notte quando rientravano da concerti e serate. Inizialmente usando un traduttore e poi decisamente senza... piano piano tutto è diventato facile; poi ho incontrato un'amica speciale di nome Lydia in un momento particolare della sua vita in cui non era serena e ci siamo piaciute subito. Ho cominciato a scrivere poesie e testi addirittura in francese ( Lydia mi ha aiutata un po' ) e richiedevo spesso musical o cd originali dalla Francia anche per poterli condividere a scuola con i miei ragazzi. Ed in questo mio condividere poesie e pensieri ho conosciuto lui...Davide Esposito, dolce cantante italiano, famosissimo in Francia perchè autore di molte canzoni di successo tra le quali quelle di Emmanuel Moire e di Gregory Lemarchal di cui vi ho parlato nello scorso post. Davide mi ha scritto molte volte, è stato gentilissimo, non inviava facilmente commenti pubblici nelle pagine degli amici virtuali, con me lo fece e si scatenò una specie di caccia al perchè, al chi ero io per lui per avermi mandato gli auguri di Buona Pasqua ecc.
Una persona così buona, alla mano, così gentile è difficile da incontrare e ricevere anche un minimo di attenzione da parte sua per me è stato un privilegio. Aveva da poco concluso il lavoro sul suo nuovo cd quando inviò in anteprima un piccolo pezzo del suo video...mi piacque moltissimo ed allora gli chiesi come fare a comprare il suo cd perchè in Italia non si vendeva. Lui mi disse dammi l'indirizzo tuo e ti mando un demo ..poi quando acquisti l'originale mi mandi il libretto che te lo firmo con grande piacere.

Lo feci...era un venerdì sera gli augurai una buona notte in attesa di sue prossime notizie. Il martedì successivo al ritorno da scuola mio marito sale con un avviso della posta...c'era da ritirare qualcosa. Torna con un piccolo pacchettino, mi chiede se avevo ordinato qualche altro musical; io disorientata e sorpresa quanto lui, gli dico di no. Ma il pacco arriva da Parigi!!! lo apro e vedo il cd di Davide... accompagnato da una dedica..poi un ulteriore biglietto con un'altra dedica...madonna..non potete immaginare il tuffo al cuore che ebbi quel giorno, persino mio marito era emozionato..non si spiegava il perchè un cantante si fosse disturbato tanto per me...mi disse: - ma vedi questa che s'è fatta mandare gratis il cd!!. Certo io non volevo ho fatto di tutto perchè alla fine mi ha mandato l'originale e volevo pagarlo perchè è giusto ricevere il frutto del proprio lavoro..ma lui non ne voleva sapere. L'ho ascoltato..è un incanto..già il cd effetto vinile è simpaticissimo..ma il suo contenuto è stupendo. Ed allora, visto che sembrate apprezzare lo condivido volentieri con voi. In questo cd ci sono alcuni ospiti importanti come Claudia Cardinale che introduce con la sua voce delicata e sensuale il brano chiamato Dolce vita.



Grazie Davide.. sei una persona speciale.

giovedì 22 settembre 2011

Agli angeli che attraversano le nostre vite

In questi ultimi giorni mi è capitato di ricordare anime che hanno condiviso realmente o virtualmente un piccolo pezzo della loro vita con la sottoscritta; ieri un piccolo pensiero dell'amica Ale mi ha fatto tornare indietro nel tempo quando un amico francese Remì, dolce signore di 67 anni passò per caso a leggere di me nel sito di un noto cantante francese suo omonimo di nascita...mi volle bene da subito, mi chiamava dolce amica italiana e non perdeva mai occasione di farmi un saluto e di postarmi un commento... la nostra amicizia era iniziata da poche settimane ma la simbiosi è stata incredibile; sapevo di una figlia che stava poco bene e cercavo di stargli vicino come potevo. Poi c'è stato un tempo in cui linea internet e Myspace andavano da schifo e non riuscivo ad aprire le pagine..tutto bloccato per cinque giorni!! Quando riuscii a rientrare restai senza fiato...Remì se n'era andato... al posto del suo bel volto/avatar che guardava fuori dalla finestra c'era una lampadina e una croce...trovai decine di messaggi suoi... fino all'ultimo mi aveva cercata ed io non ero lì...non sapevo! Suo figlio per un po' di settimane ha risposto e letto i vari messaggi che arrivavano..poi più nulla
Ho pianto tanto, gli ho dedicato una poesia... il suo ricordo è rimasto dentro di me scolpito a fuoco..."dolce amico francese". Ed alla mente mia non manca mai come fosse aria vitale per i miei polmoni, un'altro amico francese che non c'è più.
video
Non so quanti di voi conoscano la voce ed il volto di Gregory Lemarchal: questa voce d'angelo che è passato sulla terra per donarci la sua anima e poi è tornato in cielo tra le stelle...lui è il mio tesoro, la sua storia e la sua voce  mi hanno colpito moltissimo... ho ascoltato la sua canzone Mon Ange centinaia di volte, piangendo ogni volta perché penso che sia la più bella canzone d'amore mai scritta, da un giovane di appena 24 anni, poi! .
Oggi ho voglia di farmi e di farvi un dono...oggi l'ho tradotta e la posto qui per condividerla con voi...con i miei amici virtuali che scandiscono con me i momenti del nostro tempo... mi scuso, con chi conosce meglio di me il francese, per gli eventuali errori, ma la traduzione letterale a volte non riporta fedelmente la magia di una poesia in musica.

Spero vi piaccia e che la dedichiate agli amori della vostra vita...
Per chi volesse ulteriormente approfondire http://gregorylemarchal.artiste.universalmusic.fr/

martedì 20 settembre 2011

Ohiii che dolor!

Uff..pant pant...Oggi sono particolarmente stanca...spossata direi.
Il frullare di questi ultimi tempi ha lasciato la sua scia sul mio fisico, decisamente pesantuccio da portare in giro!
Poi l'altro giorno un attacco improvviso di sciatalgia mi ha messa definitivamente al tappeto.
E' in certe occasioni, quando il fisico non vuole saperne e ti molla, comprendi quando sia importante la salute; ogni più insignificante apparentemente banale dettaglio fisico e biochimico messo da Dio nel nostro corpo può lanciare segnali di allarme e prendere, con mania di protagonismo, il primo posto nella scaletta della tua giornata tipo.
In 44 anni di onorata carriera il mio corpo poche volte s'è lasciato andare all'oblio dei sensi di una sana e fisiologica pennica pomeridiana...anche morta di stanchezza mai che mi riesca di dormire di pomeriggio...beh ieri son crollata!! E come mai???? La cosa è preoccupante...starò diventando vecchia??? Oh my God!
Faccio fatica a tenere gli occhi aperti...però il dolore alla gamba non mi ha impedito ieri di fare piccoli lavori sartoriali: gli shorts da calcio del bimbo della mia vicina esigevano attenzione ...potevo deluderlo??? noooooo..... appena indossati si sono sfilati e non ha potuto farne sfoggio con gli amici del piazzale di casa!!
Allora dolore o no le cose si fanno uguale... e poi stiraggio, riparazione camicia e pantaloni ..alla fine manco me ne sono accorta che avevo male...solo che ihihih poi non riuscivo ad alzarmi.!!!
Vabbè son stata furba lo ammetto...avevo la sedia con le rotelle e quindi mi son mossa ugualmente... zitta, zitta; quatta, quatta, senza farmi accorgere da marito e figlio che stavo male mi son trascinata in bagno e mi è venuto in mente l'antico rimedio (stregoneria dice qualcuno!!) garza,cotone idrofilo ed erbe svedesi pronte all'opera con pellicola trasparente (dita di piedi e mani incrociate nella speranza di fortunata quanto sperata guarigione con annesso cervello concentrato all'autoeliminazione del danno)

Miracolo della natura!! Dopo un'ora ero in piedi...forza della natura o forza di volontà..boh!! L'importante è tornare ad utilizzare la maggior parte delle funzioni corporee in semi-autonomia, scongiurando ricoveri ospedalieri già dal consorte palesati...Tiè!! ahaha non è ancora l'ora della rottamazione... C'è da attendere ancora gli incentivi statali o il 3x2 del prossimo volantino!

Per ora mi avrai ancora tra i piedi! ihihih ;)

sabato 17 settembre 2011

Lavori in ... corsa

Eccomi qui...armata di tutto punto!!

Pinza, cacciavite e... pazienza!!!

Oggi, come ogni anno ormai da tempo, i ragazzi non ci sono...il primo sabato dall'inizio delle lezioni è giorno di filone semi-autorizzato dalle famiglie che fanno finta di non sapere ma si ritrovano al ritorno con figli che ancora dormono o la casa piena di sabbia...(??????)
Lo farei volentieri anche io...sigh!

Beh, comunque approfitto della loro assenza e della giornata leggermente meno calda per resuscitare o dare l'estrema unzione a due pc che proprio non ne vogliono sapere.

In questi giorni stanno soffrendo il caldo pure essi, si sciolgono e fanno i capricci... ma devono lavorare per cui aria nuova, pulizia e se è il caso sostituzione pezzi.

Devo dire che in una sorta di attività di coinvolgimento reciproco misto tra stima e fifa...i suddetti ultimamente appena vedono avvicinarsi la sottoscritta con un cacciavite in mano si autoriparano...potere della suggestione???

Ma allora anche le macchine hanno un anima..ohibò!

Comunque la cosa sta diventando più che divertente..i proff. il più delle volte mi guardano sgranando gli occhi e ripetendomi ogni volta: ma se un attimo fa non andava!!!! Ma parlate la stessa lingua voi due????

Io non lo so!! So solo che il più delle volte mi avanzano i pezzi ma funzionano lo stesso...merito delle mie carezze??? della cura maniacale nella pulizia o semplicemente perché non è arrivata ancora l'ora di rottamarli?

Già perché poi subentra una specie di legame affettivo e se c'è anche una minima possibilità di recupero io ci provo.
Ricevo spesso i complimenti dei tecnici visitatori annuali che si meravigliano dell'efficienza e della tenuta delle macchine che paiono appena installate nonostante abbiano superato l'adolescenza...
Vabbè... me ne prendo cura come fosse roba mia ed i ragazzi devono avere macchine efficienti e pronte altrimenti sclerano...

Comunque adesso vado...formattazione avviata ora devo dedicare tutta la mia attenzione al noioso rituale degli aggiornamenti di windows..uff già me lo immagino che dovrò riattivare il Bit visto che non ci si riesce mai a collegarsi con la Microsoft...auguratemi buona fortuna!!


Che San Bill Gates mi aiutiiiiiii!!! :)

giovedì 15 settembre 2011

... * ...

Mi ritrovo a  pensarti...
Perché non ci sei?

Quante volte abbiamo parlato e ci siamo ascoltati,  magari poche volte ci siamo capiti;

Mi ritrovo qui e non riesco a dimenticare ...
le risate per le nostre voci ascoltate per la prima volta;
le lacrime per le incomprensioni;
il vuoto dei silenzi ...
tutto si avviluppa nella mente e si innaffia di lacrime incomprese e inattese.

Mi ritrovo ancora qui, a scrivere di noi ...della nostra bella amicizia, della nostra condivisione, del nostro stare insieme nella diversità più totale
Il tuo egocentrismo è assurdo quanto indisponente ...ma ti accettavo così ;
avrei voluto altrettanto beneficio.

E' difficile essere amati per quello che si è... ognuno costruisce intorno all'altro una sorta di bacheca entro cui stare o un vestito che per forza di cose devi indossare.

Le persone si cercano a volte perché si ritengono affini, poi si scopre che si è agli antipodi o perche si è mentito tutto il tempo o l'illusione dell'altro ha preso il sopravvento.

Quanta verità di noi si vede attraverso i nostri gesti banali, attraverso il nostro parlato, attraverso il nostro sguardo... quanti sono disposti a vedere esattamente la gente per quella che è non per quella si vorrebbe fosse.

E' difficile essere se stesse in un mondo finto ...non lo sento mio questo mondo, lo abito ma non lo indosso;
non ci riesco... eppure puntualmente qualcuno si sorprende e mi giudica (troppo buona??? impossibile!!) troppo gentile?? improbabile!!! Finta?? ecco si la parola giusta in ogni circostanza è questa... non posso essere così per cui sono finta.

Vedete amici cari..non riesco nemmeno a dire di no... forse hanno ragione tutti... sono finta...un'ottima attrice; peccato che al mio cuore ed ai miei occhi non riesca a mentire.

mercoledì 14 settembre 2011

RICOMINCIA LA SCUOLA:"gli studenti non sono otri da riempire ma fiaccole da accendere"

E rieccolo... il campanello che segna l'inizio del nuovo anno scolastico! Suona una volta come a scuotere la catalessi inevitabile dei primi risvegli mattinieri;suona una seconda volta a richiamare all'ordine i ritardatari che sono ancora al bar a degustare qualche leccornia prima di iniziare...e poi suona la terza volta!!! Le porte si chiudono le lezioni cominciano tra uno sbadiglio e l'estremo tentativo di trascinarsi tra i banchi allineati e il caldo afoso di queste giornate che tutto ambiscono fuorché lo stare immobili ad ascoltare un professore che parla.
Come li capisco!
E come ogni anno all'intervallo i "vecchi" studenti, i veterani degli anni precedenti passano a salutare a vedere se i tagli della riforma hanno risparmiato me e altri colleghi... un sospiro di sollievo e un sorriso li rassicura: sono ancora qui per un'altro anno a condividere le loro ansie, i loro progressi e le loro emozioni.
Ed è un via vai continuo di facce nuove miste tra disorientati e spavaldi che non sanno dove andare e che puntualmente si perdono tra la jungla dei corridoi...
Però c'è vita...i loro schiamazzi sono quasi un respiro d'aria pura per queste mura in estivo ed irreale silenzio.
Finalmente le risa di adolescenti che auspicano un buon inizio, tra riconferma degli insegnanti amati e la speranza che quelli poco amati siano andati via...
Buon Anno Scolastico...
"gli studenti non sono otri da riempire ma fiaccole da accendere"